Chi sono?

dsc_0093

Chi è VanigliaBourbon?

VanigliaBourbon è tutto e niente.

VanigliaBourbon è un modo di essere, pensare, agire, sognare.

E’ dolcezza, determinazione, coraggio e sfrontatezza.

E’ un sogno, è IL sogno, il più grande, il più faticoso, il mio immenso.

Uno di quei sogni che, chissà chi, ti assegna quando vieni al mondo e che ti porterai dietro, addosso, sulla pelle e nel cuore per il resto dei tuoi giorni.

Sono cresciuta impastando pasta frolla la domenica mattina con mamma,

vedendo le sapienti mani di nonna impastare la focaccia, il pane e le orecchiette.

Le estati che sapevano di legna che ardeva nel forno, di origano raccolto e fatto essiccare al sole, di pane in lievitazione che emanava quell’odore che sa di genuino, buono, fatto a mano.

chi sono

Nonostante amassi la scrittura, la letteratura, la poesia,

la cucina è sempre stata la mia passione più profonda.

Passione che, anni addietro, mi ha portata a scegliere di frequentare l’istituto alberghiero,

scelta per il quale ho combattuto con il coltello tra i denti.

Facendo la scuola, frequentando corsi, leggendo libri e cercando di imparare e carpire

il più possibile, è nata in me la voglia di poter fare di più di quello che potevo e volevo fare.

Ho cercato e cerco ogni giorno di andare oltre, molto oltre me stessa cercando di mettermi alla prova sempre di più, pretendendo sempre di più da me, dalle mie capacità, dalle mie potenzialità.

Ho aperto un blog e l’ho chiamato VanigliaBourbon.

chi sono

VanigliaBourbon perchè la vaniglia, quella vera in baccelli, è l’aroma che racchiude in esso il mio essere.

Dall’odore forte, robusto, intenso fuori e dalla polpa aromatica, rotonda, fragrante, profumata dentro.

E piano piano ho cercato di farmi spazio in un mondo a volte tanto scontato quanto banale, prevedibile e a volte ovvio quanto duro, chiuso e circuìto.

Le cose ovvie, tracciate, delineate, pronte, non mi sono mai piaciute.

Io non voglio sapere quello che devo fare, usare, inseguire.

Lo voglio scoprire dal nulla, da un dettaglio, da un sogno, dalla strada da fare che è ancora tanta, dalle critiche che, ben vengano, e da tutti gli ostacoli che mi si presenteranno.

Come voglio che le cose nascano sempre dal cuore e non da calcoli, equazioni o algoritmi.

chi sono

Mi sono ritrovata in Tv, così dal nulla, quando un giorno per gioco ho mandato l’ennesimo curriculum.

Quella mattina non la scorderò mai.

Come non scorderò tutti i treni, aerei, metro, taxi presi e che ancora prenderò affinchè io stessa dalla prima fila possa godermi il mio sogno.

Come non scorderò tutte le piccole grandi soddisfazioni che ho avuto e sperò avrò il piacere di avere ancora.

Come non scorderò mai la gioia, la felicità, la pace, la forza e la serenità

che il mio sogno ogni giorno mi regala.

A prescindere da chi cerca di infangarmi, affondarmi, farmi cadere.

C’è una sola cosa che rende possibile tutto questo,

una sola cosa soltanto,

la magia del sogno.

chi sono

 

Nome (richiesto)Email (richiesto)Sito web

Lascia un commento