Panzerotti pugliesi Capocollo e Burrata

Panzerotti pugliesi Capocollo e Burrata

I Panzerotti pugliesi Capocollo e Burrata, devo ammettere, si sono guadagnati il primo posto della mia top 10 che classifica gli orgasmi culinari.
Un impasto lievitato alla birra (la sacra ricetta di mamma) farcito da morbida Burrata (fresca, freschissima, a temperatura ambiente) e Capocollo di Martina Franca, che a sentirne solo l’odore farebbe resuscitare anche un vegano fermo.

Siete in ipersalivazione vero? Mani in pasta allora 😉

In seguito ingredienti, dosi e procedimento per dei Panzerotti pugliesi Capocollo e Burrata da orgasmo!

Panzerotti pugliesi Capocollo e Burrata

Ingredienti
(per 20 panzerotti medi)

700 gr di farina di media forza W230 (farina per focaccia/pizza)
300 gr di semola rimacinata
330 ml di birra chiara a temperatura ambiente
250 ml di acqua
25 gr di lievito di birra fresco oppure 7 gr di lievito di birra secco
80 ml di olio extra vergine d’oliva
20 gr di sale
5 gr di zucchero

olio di semi per friggere q.b.
Burratine Masseria Fragnite q.b.
Capocollo di Martina Franca a fette q.b.

Procedimento

  • In una ciotolina porre l’acqua tiepida e scioglierci il lievito e lo zucchero;
  • Aggiungere quindi la birra;
  • In una ciotola capiente o su una spianatoia, miscelare le due farine, creare una fontana al centro e versare i liquidi che precedentemente sono stati miscelati;
  • Impastare fino ad assorbimento;
  • Addizionare il sale, l’olio e lavorare fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo;
  • Dividerlo quindi in palline da 80 gr l’una;
  • Sistemare sulla spianatoia le palline ben pirlate e lasciar lievitare fino al raddoppio (3 ore) al riparo da fonti di corrente, tenute al calduccio sotto ad una coperta;
  • Successivamente stendere le palline con un mattarello, adagiare due fette di Capocollo, dei tocchetti di Burrata al centro e richiudere. (in seguito il video dimostrativo)
  • Sigillare i lati ripiegandoli su se stessi e pigiando con i polpastrelli;
  • Friggere in olio ben caldo (165°-170°);
  • Scolare su carta assorbente e servire!

NOTA BENE

  • Per sigillare al meglio i panzerotti ed evitare che si aprino in cottura, è necessario NON utilizzare farina per stendere l’impasto e NON aggiungere nè acqua nè tantomeno uovo.
    L’umidità dell’impasto permette una perfetta chiusura.

Panzerotti classici? Clicca qui

Videoricetta passo passo ↓↓↓

Come chiuderli perfettamente? Video illustrativo qui ↓↓↓

 

Se avete gradito i miei Panzerotti pugliesi Capocollo e Burrata, condividete la ricetta!

Se avete domande, curiosità o altre varianti, lasciatemi un commento ?
Per non perdervi nemmeno una ricetta trovate VanigliaBourbon anche su:

Facebook

Twitter

Instagram

 

In collaborazione con

logo fragnite

Nome (richiesto)Email (richiesto)Sito web

Lascia un commento