Yogurtcake al caramello e frutti di bosco

Yogurtcake al caramello e frutti di bosco
(per una tortiera di 26 cm) 

Per la base biscottata 
150 gr. di biscotti secchi 
150 gr. di biscotti secchi al caramello 
120 gr. di burro fuso 
15 gr. di miele

Per la mousse allo yogurt 
400 ml. di panna semi montata*
360 gr. di yogurt ai frutti di bosco
30 ml. di latte intero
30 gr. di zucchero semolato 
20 gr. di colla di pesce 

Per la gelatina ai frutti di bosco
1 bustina di Tortagel Pan degli Angeli
100 gr. di confettura di frutti di bosco

Procedimento 
Per la base: 

  1. Tritare i biscotti finemente con un mixer o un tritatutto;
  2. Aggiungere il miele e il burro fuso amalgamando bene il tutto; 
  3. Foderare la tortiera** con della carta forno e rivestire il fondo con il composto di biscotti schiacciando ben bene con un cucchiaio affinché la base risulti ben compatta;
  4. Far rapprendere il composto per circa 30 minuti in frigorifero o 20 minuti in freezer. 
Per la mousse allo yogurt:
  1. Ammollare la colla di pesce in acqua fredda;
  2. Riscaldare il latte e a fuoco spento sciogliere la colla di pesce precedentemente scolata e strizzata. Lasciar intiepidire;
  3. Semi montare la panna con lo zucchero; 
  4. Incorporare lo yogurt e il composto di latte e colla di pesce mescolando dal basso verso l’alto per evitare che la panna si smonti; 
  5. Versare la mousse sulla base biscottata e lasciar rassodare in frigorifero per circa 4 ore. 
Per la gelatina ai frutti di bosco:
  1. Seguire le istruzioni riportate sulla bustina del Tortagel;
  2. Lasciar intiepidire affinché prenda un pò di consistenza e aggiungere la confettura mescolando; 
  3. Stendere la gelatina sulla yogurtcake e lasciar rapprendere in frigorifero.
* Per le mousse e i semifreddi è necessario che la panna sia semi montata al fine di ottenere una mousse spumosa, se la panna invece fosse montata completamente, la mousse risulterebbe grassa e untuosa al palato.

** E’ opportuno foderare la tortiera allo scopo di sformare nel migliore dei modi la yogurtcake prima di essere servita. 


N.B. Naturalmente sia la base, la mousse che la gelatina possono essere completate e arricchite come meglio si crede, in base ai gusti d’ognuno. 

Nome (richiesto)Email (richiesto)Sito web

Lascia un commento